Ogni giorno utilizzi tecnologie che probabilmente dai per scontate. Cose come il microonde che cucina i tuoi pasti, le luci che ti fanno vedere al buio e la televisione che ti intrattiene. Cosa hanno in comune queste tecnologie? Hanno tutti bisogno dell’elettricità per funzionare.

Il nostro bisogno di elettricità è in crescita. Lo stesso vale per il numero di torri di trasmissione e cavi elettrici aerei nei luoghi in cui viviamo. Ma cosa succede se passare del tempo vicino all’energia elettrica e magnetica dei cavi ad alta tensione causa problemi di salute? Per fortuna, la ricerca indica che probabilmente non lo è. Almeno non nel caso della leucemia infantile.

Le linee di trasmissione aeree ad alta tensione trasportano l’elettricità dalle centrali elettriche alle sottostazioni di trasformazione. Le sottostazioni di trasformazione sono più vicine a dove viene effettivamente utilizzata l’elettricità.

Produzione, trasmissione e distribuzione di elettricità (Let’s Talk Science utilizzando un’immagine di mathisworks via).

Le linee elettriche sono circondate da un campo elettromagnetico (EMF) che si estende in tutte le direzioni. Il National Cancer Institute (NCI) degli Stati Uniti descrive i campi elettromagnetici come “aree invisibili di energia (chiamate anche radiazioni) prodotte dall’elettricità”. L’NCI spiega anche che i campi elettromagnetici sono prodotti da molte cose, come linee elettriche, cavi elettrici ed elettrodomestici come televisori e microonde.

I campi elettromagnetici combinano campi elettrici e campi magnetici.

Campi elettrici Campi magnetici
Prodotto dalla tensione Prodotto dalla corrente
Maggiore è la tensione, più forte è il campo Maggiore è il corrente, più forte è il campo
Esiste anche in assenza di corrente L’intensità del campo varia con il consumo di energia
Il campo può funzionare (la velocità e la direzione delle particelle cambia) Il campo non può funzionare (velocità della parte i ghiacci rimangono costanti)
Sono perpendicolari al campo magnetico Sono perpendicolari al campo elettrico
Il simbolo è E Il simbolo è B
Misurato in volt per metro (V / m) o Newton / coulomb

Misurato in tesla (T)

(Newton × Secondo) / (Coulomb × Metro)

Misurato usando l’elettrometro Misurato utilizzando il magnetometro

Basato su un grafico di EMsafety

Diagramma che mostra le linee del campo elettrico, le linee del campo magnetico e il flusso di energia intorno a un circuito (© 2020 Let’s Talk Science).

Illustrazione – Versione testo

Le linee del campo elettrico sono dirette lontano dalle cariche di origine caricate positivamente e verso addebiti alla fonte con addebito negativo. Le linee del campo magnetico formano anelli circolari attorno al filo. Il flusso di energia è diretto attraverso i campi dalla cella a secco verso il carico (lampadina).

I campi elettromagnetici che provengono dalle linee elettriche ad alta tensione sono molto più forti di quelli intorno alle famiglie elettrodomestici. Gli elettrodomestici di solito producono campi che misurano tra 0,01 e 0,02 microtesla (µT). Tuttavia, se ti trovi direttamente sotto le linee di alimentazione a più alta tensione, potresti ricevere un massimo di 100µT. Questo è 10.000 volte di più.

Questa quantità diminuisce rapidamente man mano che ci si allontana dalle linee ad alta tensione. Ad esempio, a 25 m di distanza dalla linea più potente riceverai circa 1-2µT. Questa è ancora da dieci a 20 volte maggiore di quella che otterresti in una casa media in Nord America.

Il luogo in cui vivi nel mondo probabilmente fa una grande differenza per gli EMF che ricevi. Le persone che vivono lontano dai poli magnetici terrestri ricevono in media 30µT. Le persone in Canada vivono più vicino al polo geomagnetico nord e possono ricevere fino a 60µT.

Lo sapevi?

Il tesla (T) è l’unità SI (International System of Units) utilizzata per descrivere la forza dei campi magnetici. Può anche essere rappresentato come kg⋅s − 2⋅A − 1. Gli scienziati normalmente riportano i dati in milionesimi di tesla o microtesla (µT).

Alcune persone che vivono vicino a linee elettriche ad alta tensione si preoccupano dei possibili effetti sulla salute. Una preoccupazione è che i bambini potrebbero avere un rischio maggiore di contrarre il cancro se vivono vicino a una linea elettrica.

Lo sapevi?

È più probabile che i campi magnetici penetrino nel corpo rispetto ai campi elettrici. I campi elettrici sono indeboliti da ostacoli come i muri.Per questo motivo, i campi magnetici sono la parte dei campi elettromagnetici (EMF) che vengono spesso studiati come possibile causa di cancro.

Gli scienziati hanno condotto molti studi su questo argomento. Nel 2018, un gruppo di scienziati ha studiato tutti i risultati di 11 studi precedenti in tutto il mondo. Hanno scoperto che non c’era un chiaro legame tra i campi magnetici e la possibilità di un bambino di sviluppare la leucemia, una sorta di cancro. Hanno guardato i bambini che vivevano vicino e lontano da linee elettriche di ogni tensione. Non hanno trovato quasi differenze tra di loro.

Una differenza che hanno trovato è stata che i bambini che vivevano molto vicino alle linee ad alta tensione avevano un aumento molto piccolo delle loro possibilità di sviluppare la leucemia. Tuttavia, non è sempre successo. E i bambini che vivevano vicino a campi magnetici più forti non avevano maggiori possibilità di sviluppare la leucemia. Quindi, gli scienziati non sanno cosa causa questo problema.

Il cancro infantile non si verifica molto spesso. Quindi, è difficile misurare se questo numero sta cambiando, anche di poco. In Canada, a 1.230 bambini è stata diagnosticata la leucemia tra il 2012 e il 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *