L’archeologo britannico Howard Carter e i suoi operai scoprono una scalinata che conduce alla tomba del re Tutankhamon nella Valle dei Re in Egitto.

Quando Carter arrivò per la prima volta in Egitto nel 1891, la maggior parte delle antiche tombe egizie erano state scoperte, sebbene il poco conosciuto re Tutankhamon, che era morto quando aveva 18 anni, era ancora disperso. Dopo la prima guerra mondiale, Carter iniziò un’intensa ricerca della “Tomba di King Tut”, trovando finalmente dei gradini per la stanza funeraria nascosta tra i detriti vicino all’ingresso della vicina tomba del re Ramses VI nella Valle dei Re. Il 26 novembre, 1922, Carter e il collega archeologo Lord Carnarvon entrarono nelle camere interne della tomba, trovandole miracolosamente intatte.

Guarda Engineering an Empire: Egypt on HISTORY Vault

Inizia così un monumentale processo di scavo in cui Carter ha esplorato attentamente la tomba a quattro stanze per diversi anni, scoprendo un’incredibile collezione di diverse migliaia di oggetti. Il ritrovamento architettonico più splendido è stato un sarcofago di pietra contenente tre bare annidate l’una nell’altra. oro massiccio, era la mummia del re ragazzo Tutankhamon, conservata per più di 3000 anni. La maggior parte di questi tesori sono ora custoditi nel Museo del Cairo.

LEGGI DI PIÙ: Guarda le splendide foto della tomba di Tutankhamon dopo un riposo maggiore orazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *