Ricordi un tempo in cui andare in crociera significava davvero allontanarsi da tutto? Beatamente inconsapevole del lavoro che si accumulava in ufficio, senza telefoni cellulari che ronzavano di messaggi o laptop che ingombravano i bagagli, l’incrociatore si è semplicemente spento e ha risposto a calci. Ma i tempi sono cambiati.

Internet è diventata una parte enorme della nostra vita, anche in mare, dove il Wi-Fi è disponibile praticamente su tutte le navi da crociera marittime (ad eccezione di alcune navi da spedizione barebone). Con i maggiori attori del settore che investono milioni di dollari in infrastrutture di comunicazione – a terra, sulle navi e in cielo tramite satelliti – più passeggeri trovano il servizio Wi-Fi e prezzi più simili a quelli che sono abituati a trovare a terra . Ci sono ancora molte navi con un servizio discontinuo, lento e costoso, ma non sono più la norma.

Nei prossimi anni, questi miglioramenti verranno estesi a un numero ancora maggiore di navi da crociera. I passeggeri lo saranno in grado di inviare e-mail, film in streaming e Skype o FaceTime con gli amici quasi con la stessa facilità con cui fanno a casa. Ma – e questa è la chiave – ci sarà sempre un certo livello di inaffidabilità, soprattutto quando navighi in mare aperto.

Se hai mai imprecato per la frustrazione mentre lo schermo si è bloccato a metà dell’email o trema per la paura di non essere in grado di fare il check-in quanto vorresti in una vacanza imminente, ecco le sette cose che bisogno di sapere di Internet in mare.

1. Internet via satellite lo farà non essere mai affidabile come la tua banda larga a casa.

È il triste verità: Internet in mare, se fornito dal servizio satellitare, non sarà affidabile quanto i collegamenti a terra in qualunque momento presto. Per capire perché Internet a bordo non è paragonabile alla banda larga di cui godi a casa, devi prima capire la tecnologia alla base. Le grandi cupole a forma di pallina da golf visibili in cima alle navi da crociera sono gusci protettivi che racchiudono le antenne satellitari in movimento. Queste antenne trasmettono un segnale dalla nave a un satellite, che poi invia un segnale sulla terra.

Le compagnie di comunicazioni marittime hanno accelerato questo processo, che richiedeva molto tempo, attraverso vari mezzi tra cui aggiungendo più satelliti, aumentando la larghezza di banda che può essere inviata durante ogni trasmissione e collegandosi a torri terrestri quando si naviga più vicino alla costa.

Ma il limite maggiore all’affidabilità continua ad essere un percorso chiaro tra la nave e il satellite. Tutti i dati inviati dalla nave al satellite e viceversa (ad esempio, le pagine che si caricano su un browser) devono attraversare questo percorso. Affinché ci sia una connessione, l’antenna deve essere puntata verso il satellite e avere una linea visiva senza ostacoli.

Ma a volte quel percorso tra l’antenna e il satellite è bloccato. In porto, potrebbe essere che un edificio alto si trovi direttamente tra la nave e il satellite. Nei fiordi norvegesi, le alte montagne spesso bloccano i satelliti, quindi non contare sulla ricezione satellitare lì. È anche vero che la nave stessa può bloccare un segnale: su determinate rotte, l’imbuto o l’albero potrebbero trovarsi tra l’antenna e satellite.

Inoltre, quando la nave deve cambiare rapidamente rotta, non è raro che il segnale venga temporaneamente perso. (Considera questo ancora un altro motivo per eseguire spesso il backup di ciò che stai scrivendo.) Salvo qualsiasi ostacolo, puoi comunque ricevere un segnale Internet in Antartide e fino a 80 gradi di latitudine nord nelle Svalbard.

Congestione anche all’interno del percorso può essere un problema. Poiché più persone utilizzano computer o telefoni cellulari che richiedono dati, la congestione può accumularsi ei passeggeri potrebbero notare velocità inferiori.

È interessante notare che i battelli fluviali (molti dei quali offrono Internet) continuano a offrire un’esperienza online particolarmente frustrante, se non altro a causa delle maggiori aspettative. Essendo così vicini alla civiltà, penseresti che dovrebbe esserci una connessione più rapida. Tuttavia, le colline o le montagne nelle valli fluviali spesso bloccano le connessioni satellitari, quindi le navi fluviali sono costrette a utilizzare il cellulare per la loro connessione Internet principale. Quando la nave è vicino a una torre di telefonia cellulare, il nuovo servizio 3G o 4G può fornire un servizio più veloce di quello che può essere fornito tramite satellite. Lo svantaggio si presenta nelle aree con una mancanza di ripetitori, dove il segnale cellulare è più debole e la velocità di connessione più lenta.

2. I prezzi stanno diminuendo, ma non aspettarti ancora miracoli.

I satelliti utilizzati per le connessioni Internet in mare costano centinaia di milioni di dollari. Una singola compagnia di crociere non può permettersi per installare un satellite, ma stanno collaborando con società di comunicazioni marittime che possiedono i propri satelliti o noleggiano una larghezza di banda così grande da poter abbassare i prezzi.

I prezzi sono stati ulteriormente ridotti poiché alcune compagnie di crociera (la famiglia di marchi Carnival, ad esempio) iniziano a utilizzare sistemi ibridi che combinano i collegamenti satellitari più costosi con collegamenti terrestri più economici. Utilizzando il sistema ibrido, le navi da crociera Carnival offrono ai passeggeri un pacchetto di social media che consente agli incrociatori di accedere a tutti i siti di social media per soli $ 5 al giorno.

Ma i social media non richiedono molta larghezza di banda; gli incrociatori che desiderano utilizzare applicazioni che consumano larghezza di banda come FaceTime e Skype di solito dovranno pagare molto di più.

Inoltre, l’aggiornamento delle navi da crociera con la tecnologia moderna richiede tempo e ci vorranno un paio d’anni per intero flotte da aggiornare. E questo è solo per le compagnie di crociera che hanno scelto di dare la priorità alla connettività Internet.

Quanto spenderai? I tradizionali prezzi di Internet a bordo sono di circa 75 centesimi al minuto, anche se puoi acquistare pacchetti che offrono ovunque da 60 minuti a 300 ore che risultano essere più convenienti in base al prezzo al minuto.

Su molte navi, il pagamento è per megabyte invece che per minuto. Sulle navi Disney Cruise Line, un MB costa 35 centesimi. Come per i prezzi al minuto, l’acquisto di megabyte tramite un pacchetto abbassa il prezzo. Il prezzo al megabyte è offerto anche sulle navi Carnival Cruise Line e Royal Caribbean. Come guida approssimativa, con 10 MB puoi trascorrere 30 minuti su Facebook, Skype per quattro minuti o carica tre fotografie.

3. Raggiungi i Caraibi per una connessione migliore.

Mentre la copertura delle destinazioni in tutto il mondo sta migliorando, la connettività sulle navi da crociera nel I Caraibi sono ancora il meglio che troverai. Con così tante navi da crociera che visitano i Caraibi, la società di comunicazioni marittime SES Networks ha posizionato diversi satelliti in orbita media sopra l’area al fine di creare la massima copertura possibile, o impronta. (L’azienda dispone anche di satelliti in orbita media in tutto il mondo.)

Poiché il segnale è più forte al centro dell’impronta di un satellite e più debole quando ci si avvicina ai bordi, MTN Communications ha creato un metodo per mantenerlo satellite puntato sulle navi nei Caraibi mentre si muovono. In questo modo, le navi rimangono all’interno dell’impronta del satellite per la maggior parte delle loro traversate.

Ricorda, come menzionato al punto uno sopra, molte compagnie di crociera stanno passando a una soluzione di comunicazione ibrida che combina i satelliti con il terrestre connettività a banda larga in modo che se non ti trovi in una destinazione con un perfetto accesso satellitare, non sei sfortunato.

4. Esistono soluzioni alternative per i viaggiatori che devono connettersi online durante le vacanze .

Per coloro che cercano la connessione Internet più veloce, prova a utilizzare Internet quando poche persone sono online, ad esempio a tarda notte o in porto quando la maggior parte dei passeggeri è a terra. La prima è soprattutto importante durante la navigazione in alto mare. Più persone online condividono una larghezza di banda limitata, più lenta sarà la connessione. Un altro suggerimento, poiché alcune navi passano a torri terrestri (terrestri) quando navigano vicino alla riva, prova a salvare la maggior parte del tuo Utilizzo di Internet per le volte in cui sei il paese più vicino.

Sfortunatamente, non c’è molto altro che un singolo incrociatore possa fare. Gli utenti non troveranno alcuna differenza tra la connessione tramite Wi-Fi o tramite un cavo a una potenziale porta dati nella loro cabina, né l’Internet cafè della nave offrirà alcuna differenza di connessione.

Ovviamente, la connessione più veloce – ed economica – sarà sempre a terra, e per chi vuole semplicemente controllare che tutto vada bene a casa, utilizzare il Wi-Fi gratuito in porto con il proprio smartphone può essere la strada migliore.

Un altro suggerimento utile è scrivere semplicemente la tua email in un programma di elaborazione testi o una versione offline del tuo provider di posta, e poi incollare ciò che hai scritto in un’email (o premere invio) non appena effettui l’accesso. È meglio avere il proprio laptop se si desidera adottare questo approccio, poiché molti terminali dei computer di bordo sono stati re-jigger in modo da non poter accedere a programmi di elaborazione testi di base come Microsoft Word o Blocco note. Ciò non cambierà la velocità di connessione, ma potrebbe farti risparmiare tempo e denaro.

5. Le navi da crociera hanno alcuni trucchi che possono utilizzare per migliorare i tempi di connessione.

Crystal Cruises ha investito una notevole quantità di denaro per migliorare la sua velocità di connessione, ed è “un buon esempio di passi che altre linee potrebbero intraprendere. Utilizzando una società che accelera il Web, la linea ha installato due dispositivi. Il primo è un proxy che identifica le pagine web a cui è già stato effettuato l’accesso. Per le pagine Web ad accesso frequente, come Facebook o il New York Times, il sistema memorizza le informazioni necessarie per caricare le pagine.Ciò significa che gli stessi dati non vengono trasmessi più e più volte ogni volta che qualcuno visita uno di quei siti web. Con meno dati trasmessi via satellite, la pagina può essere caricata più rapidamente.

Crystal utilizza anche un package shaper, che assegna una priorità più alta a determinati gruppi di traffico. La linea afferma che l’Internet dei passeggeri è la massima priorità: l’80% della capacità di larghezza di banda totale va ai passeggeri. Tuttavia, il server di posta per le e-mail aziendali viene assegnato solo al 5%, quindi i messaggi potenzialmente di grandi dimensioni, come i manifesti dei passeggeri che la nave deve inviare a terra, non saranno in grado di occupare la capacità di larghezza di banda per i passeggeri. Possono anche dare la priorità a determinati utenti . Ad esempio, l’ufficio vendite di crociere ha una priorità più alta in modo che quando un incrociatore si siede per prendere in considerazione un’altra crociera, una connessione veloce e live verificherà rapidamente la disponibilità. La compagnia di crociere ritiene che utilizzando queste innovazioni, abbia ridotto il traffico dati attraverso la stessa connessione dal 50 al 70 percento, consentendo velocità notevolmente superiori.

6. Alcune compagnie di crociera continueranno a limitare lo streaming.

Skype e FaceTime è l’ideale per rimanere in contatto con la famiglia, gli amici, i colleghi e i clienti durante una crociera e a chi non piace guardare uno dei programmi TV preferiti su Netflix? Ma la maggior parte delle navi blocca del tutto queste applicazioni per alleviare il carico di larghezza di banda o ha ancora una connessione così lenta da renderle impraticabili.

Solo una manciata di navi attualmente fornisce sufficiente larghezza di banda ai passeggeri per consentire Utilizzo di Skype, FaceTime o Netflix. In genere, tali navi fanno pagare di più per la possibilità di utilizzare questi servizi di streaming.

7. Spegni il cellulare per risparmiare denaro.

I telefoni cellulari sono un modo particolarmente semplice per accumulare addebiti costosi molto rapidamente, poiché il chiamante viene essenzialmente fatturato da due società. Il provider satellitare installa una mini-torre cellulare sulla nave e addebita la trasmissione che prende la tua voce e la invia al satellite e torna a terra. Inoltre, anche il tuo provider di telefonia cellulare (AT & T, Verizon e così via) addebita una tariffa di roaming. Anche se non vedi una riga separata nella bolletta del provider satellitare, stai certo che subirà un taglio.

Se stai cercando di ridurre al minimo i costi, fai attenzione ai messaggi di testo in arrivo. Mantieni il cellulare in modalità aereo per evitare questi addebiti e non utilizzare la rete mobile fornita dalla nave per scaricare i messaggi. I costi dei dati durante il roaming su una rete mobile possono essere molto elevati, quindi se non hai portato il tuo laptop e desidera utilizzare il telefono per navigare o controllare i messaggi, è meglio utilizzare il servizio Wi-Fi della nave (è sufficiente disattivare la capacità del telefono di accedere ai segnali mobili, ma mantenere attiva la funzionalità Wi-Fi). la velocità è la stessa sia che si utilizzi un laptop o un telefono cellulare e coloro che desiderano controllare rapidamente i messaggi devono accedere solo per i pochi minuti necessari per scaricare i messaggi prima di disconnettersi. Coloro che vogliono navigare stanno ancora meglio dal momento che non vengono addebitati sia i dati che i minuti durante il roaming.

La soluzione migliore per gli utenti di smartphone, tuttavia, è trovare quell’hotspot Wi-Fi gratuito a terra – – e scarica gratuitamente tutte le tue e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *