1 febbraio 2011
6 minuti di lettura

Salva

Problema: febbraio 2011

AGGIUNGI ARGOMENTO AGLI AVVISI EMAIL
Ricevi un’email quando nuovi articoli vengono pubblicati su
Fornisci il tuo indirizzo email per ricevere un’e-mail quando vengono pubblicati nuovi articoli.

Iscriviti

AGGIUNTO AGLI AVVISI EMAIL
Ti sei aggiunto con successo ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando verrà pubblicato un nuovo contenuto.
Fai clic qui per gestire gli avvisi e-mail

Ti sei aggiunto con successo ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando verrà pubblicato un nuovo contenuto.
Fai clic qui per gestire gli avvisi e-mail
Torna a Healio
Non siamo stati in grado di elaborare la tua richiesta. Per favore riprova più tardi. Se il problema persiste, contatta [email protected]
Torna a Healio

Un campionamento di optometristi rileva un aumento dell’incidenza della congiuntivite papillare gigante della condizione infiammatoria, principalmente associata alle lenti a contatto indossare. Sebbene questa complicanza delle lenti a contatto possa essere di natura multifattoriale, protocolli di trattamento relativamente semplici hanno mostrato risultati impressionanti in quasi tutti i pazienti.

“Negli ultimi 5 o 6 anni, sento che la congiuntivite papillare gigante (GPC) è diventata un problema prevalente nella nostra pratica”, Derek N.Cunningham, OD, FAAO, direttore dell’optometria presso Dell Laser Consultants inAustin, Texas, ha detto in un’intervista.

GPC e idrogel di silicone

I pazienti più a rischio di sviluppare GPC presso i consulenti laser Dell sono probabilmente coloro che utilizzano lenti in silicone idrogel a uso prolungato principalmente per una settimana alla volta. “Ciò potrebbe essere attribuito alla penetrazione della quota di mercato delle lenti in silicone rispetto alle lenti convenzionali”, ha detto il dottor Cunningham. “Il diverso materiale del silicone (al contrario dell’idrogel) può anche avere un componente meccanico che aumenta la quantità di GPC che stiamo vedendo.

” È anche facile concludere che i tempi di utilizzo prolungati aumenteranno il GPC “, Lui continuò. “Man mano che la nostra comprensione di GPC si evolve, stiamo imparando che non si verificano solo reazioni chimiche e immunitarie, ma anche irritazione fisica”.


GPC tipico dovuto all’uso di lenti a contatto morbide sotto luce blu cobalto con l’uso di colorante alla fluoresceina.

I medici attribuiscono la GPC alle lenti a contatto a causa dell’usura e dell’allergia.

Immagini: Cunningham DN

I pazienti con scarsa compliance della lente sono anche a un rischio molto più elevato di GPC, ha detto il dottor Cunningham. Tuttavia, per quanto riguarda un’interazione dannosa con il materiale della lente, “questo è stato difficile da suscitare”, ha detto. “Tutti gli studi che ho esaminato hanno alcune carenze, come la semplice considerazione di un processo patologico che potrebbe non essere correlato a nient’altro.”

I. Ben Gaddie, OD, proprietario dei Gaddie Eye Centers in Louisville, Ky., Ha detto che ha anche visto un “enorme aumento” nell’incidenza di GPC. “Sto dando tutta la colpa alle lenti in silicone idrogel”, ha detto Primary Care Optometry News. “Studi clinici pubblicati e prove aneddotiche indicano che le lenti in silicone idrogel causare un aumento del GPC. Gli idrogel di silicone sono più lipofili, quindi amano i lipidi e le proteine, che possono sicuramente contribuire al ciclo che porta alla GPC. Inoltre, alcune delle lenti in silicone di prima generazione avevano un modulo più rigido o più abrasivo, che penso contribuisca a GPC dal punto di vista meccanico. “

Dr. Gaddie è perplesso sul motivo per cui l’industria ha “spinto” alcuni pazienti a utilizzare lenti in silicone idrogel. “Queste lenti sono state originariamente progettate per i pazienti che desiderano dormire nelle loro lenti”, ha detto. “Trascorro la maggior parte del mio tempo a togliere il silicone dalle persone. lenti e rimetterle nel tradizionale materiale HEMA o in articoli monouso per 1 giorno. ”

Inoltre, il dottor Gaddie non dà molto credito ai dibattiti secondo cui il dito puntato sul bordo della lente o l’interazione soluzione-materiale come causa di GPC. “Qualsiasi interazione è transitoria e non porta a infezioni o infiammazioni”, Egli ha detto.

Terry F. Hawks, OD, FAAO, un professionista privato a Overland Park, Kan., ha detto a PCON in un’intervista: “Non c’è dubbio che abbiamo visto un aumento del GPC. Vedevamo pochissimo , ma ora stiamo assistendo a diversi casi al mese negli ultimi anni. Si tratta principalmente di pazienti che indossano idrogel di silicone e sembra essere più diffuso in alcuni marchi rispetto ad altri “.

Il dottor Hawks ha ipotizzato che una serie di fattori potrebbero essere responsabili dell’aumento del GPC: allergie stagionali, incompatibilità della soluzione con la lente, il modulo del materiale della lente stessa o persino i loghi che vengono premuti sulla lente.

“Alcuni pazienti possono anche dormire di più con le lenti in silicone, causando un maggiore accumulo sulla lente”, ha detto. “Anche una scarsa compliance potrebbe essere un fattore.”

Abuso di lenti, allergia

Mel A. Friedman, OD, un medico privato a Memphis, Tennessee, specializzato in lenti a contatto difficili da montare, concorda sul fatto che GPC è sul “Lo notiamo di più nei pazienti che sono abbastanza abusivi con le loro lenti e hanno una storia di allergia”, ha detto in un’intervista. “Combattiamo sempre GPC durante la primavera e l’autunno”.

Dr. Friedman ha osservato GPC su tutta la linea tra gli utenti di lenti a contatto. “Le lenti in silicone non sono la panacea che tutti pensano di essere”, ha detto. “Molti medici pensavano che il design dei bordi contribuisse a GPC, ma ora troviamo che gli abusi nell’uso delle lenti e l’ambiente sono fattori importanti. ”

Una pulizia impropria è un altro fattore che contribuisce, come la sindrome dell’occhio sinistro o la sindrome della mano sinistra, ha detto.

“Perché un paziente avrà una placca tarsale per l’occhio destro che è chiara e una placca tarsale per l’occhio sinistro con GPC?” Il dottor Friedman ha detto: “Il motivo è che la lente dell’occhio destro viene prima rimossa e pulita molto meglio e più energicamente rispetto alla lente dell’occhio sinistro; quindi, c’è più irritazione nell’occhio sinistro.

“La pulizia ha un effetto straordinario; sottolineiamo sempre ai nostri pazienti che dovrebbero essere sfregati e puliti”, ha continuato. “Il fatto che le soluzioni no-sfregamento siano pubblicizzate è un problema”.

Inoltre, il GPC può essere causato dall’uso di lenti oltre la durata di vita consigliata, ha affermato.

Trattamento aggressivo con steroidi

Dr. Il metodo preferito di Cunningham per il trattamento della GPC tra i portatori di lenti è interrompere l’uso delle lenti e trattare il paziente in modo estremamente aggressivo con un collirio steroideo estere, per motivi di sicurezza. “Credo sinceramente che nella maggior parte dei casi non si possa alzare il piede sulla risposta immunitaria a meno che non si utilizzi uno steroide aggressivo”, ha affermato.

I pazienti si astengono dall’indossare le lenti per almeno 2 settimane.

“I risultati sono buoni”, ha detto. “I pazienti possono tornare alle lenti molto più rapidamente rispetto a un antistaminico tradizionale o alla completa interruzione delle lenti”.

Una terapia alternativa per quei pazienti che hanno assolutamente bisogno di indossare lenti o sono asintomatici è quella di prescrivere uno steroide topico da utilizzare prima e dopo l’uso quotidiano, insieme a una goccia di antistaminico che può essere utilizzato con lenti a contatto .

“Ma lasciare una lente negli occhi quando si cerca di curare GPC richiede esponenzialmente più tempo perché il processo venga corretto, se non del tutto”, il dott. Ha detto Cunningham. “Anche essere consapevoli delle comorbidità subcliniche è importante, inclusi l’occhio secco e la blefarite. In numerosi casi, trovo lievi livelli di secchezza oculare o blefarite che potrebbero benissimo essere il principale istigatore di un’eventuale GPC.”

Il protocollo di trattamento del Dr. Hawks per la GPC consiste nel sospendere l’uso delle lenti e nella prescrizione di colliri Pred Forte (prednisolone acetato, Allergan) quattro volte al giorno per 1 settimana. “A quel punto, molti pazienti sono notevolmente migliori”. Egli ha detto.

In tal caso, i pazienti possono solitamente ricominciare a indossare le lenti mentre si staccano dal Pred Forte, due volte al giorno, per altre 2 o 3 settimane. Tuttavia, i pazienti spesso finiscono in una lente da indossare quotidianamente dopo un po ‘, ha detto.

“Non ricordo un solo incidente di GPC con lenti usa e getta giornaliere”, ha detto.

Stabilizzatori antistaminici / mastociti

Per lievi -casi moderati di GPC, i Gaddie Eye Center di solito interrompono l’uso delle lenti per circa 1 mese, durante il quale viene prescritto uno stabilizzatore topico antistaminico / mastocitario; per esempio, Patanol (olopatadina, Alcon), Elestat (epinastina oftalmica, Allergan / Inspire) o Bepreve (bepotastina besilato soluzione oftalmica 1,5%, Ista). Viene somministrato anche un farmaco antinfiammatorio topico non steroideo (FANS).

“Molte volte, aggiungeremo anche uno steroide leggero come Lotemax (loteprednol etabonato oftalmico sospensione 0,5%, Bausch + Lomb) perché i pazienti saranno in cura per un mese “, ha detto il dottor Gaddie. “Sento che Lotemax ha un po ‘meno propensione ad aumentare la pressione intraoculare.”

Dopo 1 mese, se la condizione ha iniziato a risolversi, lo steroide e il FANS di solito verranno interrotti e il paziente può iniziare a indossare uno smaltimento quotidiano continuando il collirio allergico.

“Questo il protocollo sembra funzionare molto bene “, ha detto il dott. Gaddie.

Terapia off-label

Dr. Friedman è entusiasta dell’utilizzo di Bepreve con le lenti a contatto come terapia off-label per il trattamento della GPC. “Bepreve è specifico per H1, con proprietà H2 e uno stabilizzatore di mascheramento cellulare, quindi inibisce l’azione istaminica”, ha detto. “GPC è un’irritazione della placca tarsale, quindi stiamo cercando di ridurre l’infezione o l’infiammazione della placca tarsale. “

Anche la combinazione del cromolyn con Bepreve o uno steroide o la combinazione di Bepreve con l’asteroide” sembra funzionare bene per ridurre il GPC nella forma di attacco “, ha detto il dottor Freidman.Anche fattori ambientali possono svolgere un ruolo, come “la qualità dell’aria, insieme al calore e all’aria condizionata, inducono le persone ad avere occhi più intensi, il che può portare a maggiore irritazione ed esacerbare le allergie”.

Il dottor Friedman ha osservato che per i pazienti che si rifiutano di interrompere l’uso delle lenti a contatto, valuterà di consentire loro di indossare articoli monouso giornalieri “purché non causino danni alla cornea e otteniamo buoni risultati”. – Bob Kronemyer

Ulteriori informazioni su:

AGGIUNGI ARGOMENTO AGLI AVVISI EMAIL
Ricevi un’e-mail quando vengono pubblicati nuovi articoli su
Fornisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere un’e-mail quando vengono pubblicati nuovi articoli.

Iscriviti

AGGIUNTO AGLI AVVISI EMAIL
Ti sei aggiunto con successo ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando verrà pubblicato un nuovo contenuto.
Fai clic qui per gestire gli avvisi e-mail

Ti sei aggiunto con successo ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando verrà pubblicato un nuovo contenuto.
Fai clic qui per gestire gli avvisi e-mail
Torna a Healio
Non siamo stati in grado di elaborare la tua richiesta. Per favore riprova più tardi. Se il problema persiste, contatta [email protected]
Torna a Healio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *