Su Star Trek, sentiamo molte “date stellari”, destinate a segnare una data futuristica. Un esempio è la data stellare 47457.1, che è il compleanno del capitano Picard. La cosa strana è che la data stellare 47457.1 è l’equivalente del 16 giugno, 4 novembre, 8 gennaio o 10 gennaio, a seconda di come conti. Andiamo in profondità- nerd su questo.

La serie originale

Nella serie TV originale di Trek, le date stellari erano, in una parola, fasulle. Nella bibbia della serie, la Guida di Star Trek, agli scrittori è stato praticamente detto di farlo. Ecco uno snippet (enfasi aggiunta):

Scegli una qualsiasi combinazione di quattro numeri più un punto percentuale, usala come data stellare della tua storia. Ad esempio, 1313,5 corrisponde a mezzogiorno di un giorno e 1314,5 a mezzogiorno del giorno successivo. Ogni punto percentuale equivale all’incirca a un decimo di un giorno. La progressione delle date stellari nel copione dovrebbe rimanere costante ma non ” Non preoccuparti se ci sia o meno una progressione da altri script. Le date stellari sono una formula matematica che varia a seconda della posizione nella galassia, la velocità di viaggio e altri fattori possono variare notevolmente da episodio a episodio.

Questo ovviamente non è stato “pensato molto bene, in quanto si riduce a” Scegli un numero e rimani vicino “. Il creatore dello spettacolo Gene Roddenberry in seguito disse:

Quando abbiamo iniziato a creare gli episodi, avremmo utilizzato una data stellare come 2317 una settimana, e poi una settimana dopo, quando abbiamo realizzato l’episodio successivo, avremmo spostato la data della stella al 2942 e così via. Sfortunatamente, tuttavia, gli episodi non lo sono. è andato in onda nello stesso ordine in cui li abbiamo filmati. Così abbiamo iniziato a ricevere lamentele dagli spettatori che chiedevano: “Come mai una settimana la data della star è il 2891, la settimana successiva è il 2337, e poi la settimana dopo” s 3414? “

Ha poi continuato spiegando che l’intera cosa” posizione nella galassia, velocità di viaggio e altri fattori “era una barriera per coprire il fatto che th Le date semplicemente non erano coerenti all’inizio, anche se gli episodi erano stati trasmessi in ordine.

The Next Generation

In Star Trek: The Next Generation, le cose sono andate un po ‘di più coerente. Nell’originale TNG Writer “s / Director” s Guide, gli show-runner hanno ideato una formula sensata con un ragionevole livello di continuità. Eccolo:

Una data stellare è un numero di cinque cifre seguito da un punto decimale e da un’altra cifra. Esempio: “41254.7.” Le prime due cifre della data stellare sono sempre “41”. Il 4 sta per 24 ° secolo, l’1 indica la prima stagione. Le tre cifre iniziali aggiuntive progrediranno in modo non uniforme nel corso della stagione da 000 a 999. La cifra che segue il punto decimale è generalmente considerata un contatore dei giorni.

È interessante notare, quindi, che la durata di una stagione di TNG è di 1.000 giorni. Meno male che erano impegnati in una missione continuativa anziché quinquennale.

Entrambi Star Trek: Deep Space 9 e Star Trek: Voyager hanno continuato a usare lo stile TNG di Stardates, seguito dal film Star Trek Nemesis.

Come ci si potrebbe aspettare, all’inizio di TNG, gli scrittori a volte hanno scherzato. Un ottimo esempio è La morte di Tasha Yar, avvenuta intorno alla data stellare 41601.3, ma era viva in un episodio precedente con la (successiva) data stellare 41997.7. Ops. Nel 1992, gli autori avevano rivisto le loro linee guida per renderle ferree:

Una data stellare è un numero di cinque cifre seguito da un punto decimale e da un altro cifra. Esempio: “46254.7”. Le prime due cifre della data stellare sono “46”. Il 4 sta per il 24 ° secolo, il 6 indica la sesta stagione. Le tre cifre successive avanzeranno consecutivamente nel corso della stagione da 000 a 999. La cifra che segue il punto decimale conta i decimi di giorno. La data stellare 45254.4, quindi, rappresenta il mezzogiorno del 254 ° “giorno” della quinta stagione. Poiché le date stellari nel 24 ° secolo sono basate su una formula matematica complessa, non è possibile una correlazione precisa con i sistemi di datazione basati sulla Terra.

Nonostante affermi esplicitamente che la correlazione con le date basate sulla Terra non è possibile, ciò non ha impedito alle persone di provarci.

The Reboot

Proprio quando le cose avevano praticamente senso, sono cambiate di nuovo. Da un esauriente e brillante articolo su Memory Alpha, ecco una spiegazione del trattamento delle date stellari dei film di riavvio (diretti da JJ Abrams) (enfasi aggiunta):

Il formato della data stellare dell’ultima serie di film è attribuito agli sceneggiatori Roberto Orci e Alex Kurtzman. Secondo Orci, “hanno utilizzato il sistema dove, ad esempio, 2233,45 o qualsiasi altra cosa significhi 23 ° secolo, 33 ° anno di quel secolo e il .45 indica il giorno dell’anno su 365 giorni.”Durante una sessione Q & A, Orci ha ribadito che una data stellare è” l’anno, come nel 2233, con il mese e il giorno espressi come punto decimale da .1 a .365 ( come nei 365 giorni dell’anno). “Ha pubblicato una risposta simile su Twitter:” data della stella = anno standard, con i decimali che rappresentano il giorno dell’anno da 1 a 365 “.

Le nuove date stellari sono simili alle date ordinali di ISO 8601, che esprimono il primo giorno del 2260 come 2260-001 e l’ultimo come 2260-366. Orci non ha chiarito se i giorni bisestili aumentano il conteggio a .366, cosa che ci si aspetterebbe se gli anni sono gregoriani. Alla domanda su 2230.06 e 2233.04 dalla sceneggiatura di Star Trek, con un solo zero iniziale invece di due o nessuno, ha risposto che avrebbe potuto essere un errore. Star Trek di IDW: Timeline mostra l’ultimo numero come 2233.4.

Long Story Short

Non c’è una risposta su come le date stellari funzionano, oltre a dire che non lo fanno. Sono “serie in serie incoerenti, e anche all’interno di una data serie, gli scrittori spesso confondono le cose. Con Roddenberry che cerca di riconfigurare la continuità del sistema anche in TOS, forse è appropriato che il sistema continui ad essere più che un po ‘confuso. Il monitoraggio del tempo in tutta la galassia è un problema difficile; dai loro un po’ di flessibilità.

Se sei curioso di esempi di varie date stellari (e ancora più discussioni su questo problema), controlla la pagina stardate di Memory Alpha. Credimi, una volta che l’avrai letto, non vorrai più parlare di questo argomento. Se lo fai, leggi questa pagina per un sistema di tempo decimale profondamente non ufficiale (ma estremamente logico). Oh, e non dimenticare l’ora in cui i francesi hanno impiegato 10 ore al giorno: un altro tentativo di creare il tempo decimale che ha portato alla confusione totale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *