Domanda: “Chi era Andrea nella Bibbia?”
Risposta: Andrea nella Bibbia era un discepolo di Gesù. Andrea era il fratello di Simon Pietro, e furono chiamati a seguire Gesù allo stesso tempo (Matteo 4:18). La Bibbia nomina Andrea come uno dei dodici apostoli (Matteo 10: 2). Come Peter, Andrew era un pescatore di professione; si guadagnavano da vivere sul mare di Galilea. Pietro e Andrea provenivano dalla città di Betsaida (Giovanni 1:44) sulla costa nord-occidentale della Galilea (Giovanni 12:21).
La chiamata di Andrea nella Bibbia è una storia memorabile. Andrea e Giovanni erano originariamente discepoli di Giovanni Battista. Erano presenti quando Giovanni Battista indicò Gesù come l’Agnello di Dio (Giovanni 1: 35–36), e seguirono Gesù (versetto 37). Gesù notò Andrea e Giovanni che lo seguivano e li invitò a passare la giornata con Lui (versetti 38–39). Dopo aver trascorso del tempo con Gesù, Andrea si convinse che Gesù era il Messia e si mise in azione: “Andrea, fratello di Simon Pietro, era uno dei due che avevano sentito quello che aveva detto Giovanni e che avevano seguito Gesù. La prima cosa che fece Andrea doveva trovare suo fratello Simone e dirgli: “Abbiamo trovato il Messia” (cioè il Cristo). E lo portò a Gesù “(versetti 40-42). Così Andrea fu uno dei primi due seguaci di Gesù e il primo a portargli un’altra persona.
Più tardi, Gesù stava camminando lungo il mare di Galilea quando incontrò Andrea e Pietro, intenti a gettare le reti nel lago in cerca di pesci. Gesù li chiamò: “Seguimi, e vi farò pescatori di uomini ”(Matteo 4:19). La Bibbia dice che Andrea e Pietro “immediatamente” seguirono Gesù, lasciando le reti dietro (versetto 20). Andrea e Pietro sapevano già chi era Gesù, in base al loro contatto con Lui in Giovanni 1, e ora quando Egli li chiama ufficialmente ad essere discepoli, rispondono.
Lasciandosi alle spalle gli affari di famiglia, Andrea dà il buon esempio a tutti coloro che vogliono seguire Cristo; siamo tutti chiamati a “cercare prima il suo regno e la sua giustizia” (Matteo 6:33), e noi non dovrebbe lasciare che nulla ostacoli il modo di seguire la chiamata di Gesù. Quando Gesù disse ad Andrea e Pietro che sarebbero stati “pescatori di uomini”, promise che li avrebbe usati per salvare le anime degli uomini. Ed è esattamente ciò che fecero gli apostoli.
C’è almeno un caso nella vita di Andrea, registrato in la Bibbia, dove era un “pescatore di uomini”. Alcuni greci si avvicinarono a Filippo, uno dei condiscepoli di Andrea, desiderando vedere Gesù (Giovanni 12: 20-21). Filippo disse ad Andrea quello che volevano i greci, e insieme Andrea e Filippo portarono la questione a Gesù (versetto 22). Nel portare i greci a Gesù, Andrea aveva fede che l’intenzione di Gesù era di salvare tutti gli uomini, e aveva ragione: Gesù rispose facendo riferimento alla Sua crocifissione, dicendo: “È giunta l’ora che il Figlio dell’uomo sia glorificato” (Giovanni 12 : 23). La sua morte e risurrezione sarebbero state il modo in cui tutti gli uomini, di tutte le razze, credi e famiglie, sarebbero stati salvati. Questi sono i “pesci di ogni specie” dalla parabola di Gesù della rete a strascico (Matteo 13:47 –50), e Andrea fu uno dei primi ad essere coinvolto in uno sforzo evangelico che si estendeva oltre il popolo ebraico. L’incidente con i curiosi greci anticipò il giorno in cui Dio avrebbe rivelato a Pietro, il fratello di Andrea, che tutte le persone sono benvenute per venire a Gesù (Atti 10: 1–48).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *