Parlato memorizzato

Il parlato memorizzato è la recitazione meccanica di un messaggio scritto che l’oratore ha commesso alla memoria. Gli attori, ovviamente, recitano a memoria ogni volta che si esibiscono da una sceneggiatura. Quando si tratta di discorsi, la memorizzazione può essere utile quando il messaggio deve essere esatto e chi parla non vuole essere limitato dalle note.

Il vantaggio della memorizzazione è che consente a chi parla di mantenere l’occhio contatto con il pubblico durante il discorso. Essere libero dalle note significa che puoi muoverti liberamente sul palco e usare le mani per fare gesti. Se il tuo linguaggio utilizza ausili visivi, questa libertà è ancora più un vantaggio.

Tuttavia, ci sono alcuni costi reali e potenziali. Primo, a meno che tu non pianifichi e memorizzi anche ogni segnale vocale (le variazioni sottili ma significative nella consegna del discorso, che possono includere l’uso di tono, tono, volume e ritmo), gesti ed espressioni facciali, la tua presentazione sarà piatta e poco interessante , e anche l’argomento più affascinante ne risentirà. Potresti finire per parlare in modo monotono o ripetitivo. Potresti anche presentare il tuo discorso in un rapido stile “da mitragliatrice” che non enfatizza i punti più importanti.

In secondo luogo, se perdi il tuo posto e inizi a provare improvvisamente, il contrasto nel tuo stile della consegna avviserà il pubblico che qualcosa non va. Se durante la presentazione rimani completamente vuoto, sarà estremamente difficile trovare il tuo posto e andare avanti. Ovviamente, memorizzare un tipico discorso in classe di sette minuti richiede molto tempo e sforzo, e se non sei abituato a memorizzare, è molto difficile da tirare fuori. Realisticamente, probabilmente non avrai il tempo necessario per fare un discorso completamente memorizzato. Tuttavia, se pratichi adeguatamente, ti avvicinerai alla sensazione di memorizzato pur essendo estemporaneo.

Come abbiamo detto prima, ai fini di questo corso utilizzerai il parlato estemporaneo. Molti oratori professionisti pagati per fare discorsi usano questo approccio perché, sebbene possano in gran parte sapere cosa loro vogliono per dire, di solito apportano modifiche e aggiustamenti in base al pubblico o all’evento. Questo approccio incorpora anche la maggior parte dei vantaggi del parlare a memoria (sapere quello che vuoi dire; essere provato a fondo) e del parlare di manoscritti (avere davanti a te alcune parole a cui fare riferimento) senza le insidie intrinseche che questi approcci portano con sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *